Servizi educativi
LA BELLA STAGIONE
attività educative per i ragazzi - estate 2021

Il Museo diffuso della Resistenza aderisce a “La Bella Stagione”, un’iniziativa della Fondazione Compagnia di San Paolo nell'ambito del programma “2021. Un’estate insieme”, offerta alle classi dei progetti “Provaci Ancora SAM!” e “N.O.E. Una Comunità che Educa”, ai centri estivi degli oratori e agli Enti che organizzano le attività estive nell’ambito dell’Estate Ragazzi della Città di Torino.

E vi propone:

  • Visita guidata all’allestimento permanente “Torino 1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione” | 6/13 anni | L’allestimento è un viaggio multimediale nella storia della città, rievocata attraverso testimonianze, fotografie, filmati e documenti che fanno riferimento alla guerra, all’occupazione tedesca, alla Resistenza, al ritorno della vita democratica e alla Costituzione, tema conclusivo dell’allestimento, cui è dedicata un’installazione interattiva specifica.
  • Percorso a piedi alla riscoperta delle Pietre d’inciampo torinesi | 6/13 anni | Torino ha accolto sino a oggi 122 Pietre d’Inciampo o Stolpersteine: un monumento diffuso, partecipato dal basso, ideato e realizzato dall’artista tedesco Gunter Demnig per ricordare le singole vittime della deportazione nazista e fascista. Con questa passeggiata sarà possibile riscoprire la storia e la memoria delle persecuzioni nazi-fasciste e delle deportazioni avvenute a Torino tra 1943 e 1945.

Tutte le attività in palinsesto saranno disponibili previa prenotazione: labellastagione@compagniadisanpaolo.it | t. 351 7655160

Durante il tempo scolastico insieme ai docenti e poi con gli educatori nel periodo estivo, i ragazzi potranno fruire delle attività in palinsesto grazie all’utilizzo degli Abbonamenti Musei Junior, messi a disposizione gratuitamente dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, grazie alla collaborazione attivata con l’Associazione Abbonamento Musei. Gli abbonamenti che riceveranno sono pensati come una forma di partecipazione e di cittadinanza attiva per la ripresa delle attività culturali e di comunità: uno strumento in più per valorizzare e potenziare il loro “zainetto” di esperienze e competenze.