Comunicazioni
BIENNALE DEMOCRAZIA
Programma delle iniziative

E' online il programma di Biennale Democrazia 2019.

La sesta edizione di Biennale Democrazia avrà luogo a Torino da mercoledì 27 a domenica 31 marzo 2019 e, con il titolo VISIBILE INVISIBILE, ospiterà una riflessione su novità e distorsioni prodotte da un mondo “ad altissima visibilità”. Informazioni, immagini e dati, elaborati da tecnologie in continuo aggiornamento, sono divenuti il tessuto connettivo delle nostre esistenze. Come mutano le relazioni umane e sociali, e come cambia la politica, nell’epoca dell’esibizione, della celebrità, della fiction, delle emozioni vissute “in diretta”, che trasformano la realtà in reality? Quali e quanti fenomeni sociali sono di fatto oscurati dal surplus informativo? Come fronteggiare vecchi e nuovi poteri invisibili, capaci di condizionare individui e collettività, coperti dal velo della segretezza? Come uscire dalla posizione di semplici spettatori di fronte alla crisi della democrazia, ogni giorno più profonda? Guardare non basta: perché le società democratiche possano recuperare prospettive di futuro occorrono strumenti per comprendere, spazi di scelta, obiettivi da perseguire.

Si segnala, in particolare, FUTURI PASSATI, mostra a cura di Polo del ‘900 in collaborazione con Museo Diffuso della Resistenza e MUFANT – MuseoLab del Fantastico e della Fantascienza di Torino

Curatela scientifica di Simone Arcagni

Inaugurazione 29 marzo 2019, ore 18.00, Polo del ‘900, via del Carmine 14, Sala ‘900

Si può predire il futuro? Non stiamo parlando di chiaroveggenza, ma della possibilità di intuire alcune direzioni che la storia può prendere. Nei secoli pensatori e artisti ci hanno provato delineando i più diversi scenari. Ma è nel Novecento che nasce la futurologia, che si situa in un territorio all’incrocio tra sociologia, economia e statistica. Esiste, però, un’altra futurologia: quella di artisti-scienziati, che si assumono il compito di narrare i possibili impatti delle nuove tecnologie emergenti. Città, scienza, tecnologia, utopia, distopia: una mostra che riparte dalle parole con cui il Novecento ha immaginato il nostro presente.

La mostra sarà aperta dal 30 marzo al 7 aprile con orario 10-21, dal 1 al 7 aprile con orario 10.00-18.00

Programma completo.