Spettacoli
GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELL'INFANZIA
20 novembre

20 NOVEMBRE
GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA
 
APERTURA STRAORDINARIA DEL MUSEO DALLE ORE 10,00 ALE ORE 20,00

 
 
 
 
ore 10.00 - Polo del ‘900, Sala Conferenze, Corso Valdocco 4/a


L’UNICEF NEL MONDO PER LA DIFESA DEI DIRITTI DEI MINORI

A partire da un inquadramento storico sulla nascita dell’UNICEF, sulle sue finalità e gli ambiti in cui opera, l’incontro servirà ad illustrare la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, l’Albero dei Diritti dell’UNICEF e  terminerà con gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati per il 2030.
L’attività è rivolta agli studenti della scuola secondariA di primo grado.
Per informazioni e prenotazioni: 01101120780, dal martedì alla domenica 10-18; il giovedì 14-22.

A cura del Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà e dell’UNICEF Italia.


ore 18.00 - Polo del ‘900, Sala Conferenze, Corso Valdocco 4/a
 
IL ROVESCIO DEI DIRITTI DEI BAMBINI
Con il patrocino dell’UNICEF Italia

Saluti:
Fondazione Polo del ‘900
Maria Costanza Trapanelli, Presidente Comitato Provinciale di Torino per l’UNICEF
 
Andrea Balzola curatore della mostra, autore multimediale, docente dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino
Jean-Claude Chincheré, fotografo di Opposti non complementari
Barbara Baiocchi, fotografa di Opposti non complementari
Flavia Piccinni, autrice del libro Bellissime, Fandango Libri
 
Contributi video di Chiara Brambilla e Flavia Piccinni.

A cura del Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà, di Andrea Balzola e Mara Moscano.
 
 
ore 20.30 - Polo del '900, Sala 900, Via Del Carmine 14

COLLA
 
Tratto dal volume Fifa nera/fifa blu (Donzelli editore), lettura scenica con Alessandra Ballerini, scrittrice ed autrice del libro e Antonio Damasco, attore e regista teatrale, con musica dal vivo.
Dieci piccole storie per narrare due facce di una stessa paura: da un lato, la fifa blu di noi che viviamo sulla sponda agiata del mondo e guardiamo i migranti sbarcare, dall’altra la fifa nera di loro, del mistero racchiuso in quegli sguardi.

A cura della Rete Italiana di Cultura Popolare.