Comunicazioni
POSA DELLE PRIME PIETRE D’INCIAMPO A TORINO
Sabato 10 e domenica 11 gennaio. Installazione della cinquantamillesima pietra domenica 11 gennaio alle ore 12,00 in corso Massimo D’Azeglio 12

Il Museo, con la Comunità Ebraica di Torino, il Goethe-Institut Turin e l’Associazione Nazionale Ex Deportati (Aned) – sezione Torino, ha portato a Torino le Stolpersteine di Gunter Demnig, il primo monumento dal basso a livello europeo ideato e realizzato per ricordare le singole vittime della deportazione nazista e fascista.

Le pietre d’inciampo si trovano in 1100 località di 16 paesi europei tra cui l’Italia con pose a Roma, Livorno, Prato, Ravenna, Brescia, Genova, L’Aquila e Bolzano e ora anche a Torino, dove Gunter Deming installerà la sua cinquantamillesima pietra.

Le pose di Torino avranno inizio sabato 10 gennaio 2015 a partire dalle ore 14,30 e termineranno domenica 11 gennaio alle ore 15,30. Verranno posate 27 pietre in cinque Circoscrizioni della Città.

Domenica 11 gennaio alle ore 12,00, in occasione dell’installazione della cinquantamillesima pietra dedicata a Eleonora Levi, arrestata dai tedeschi nella clinica "Sanatrix" dove era ricoverata, poi deportata ad Auschwitz, è previsto un momento pubblico in corso Massimo D'Azeglio 12 (indirizzo dell'ultima abitazione della vittima), al quale parteciperanno Lucio Monaco, vicepresidente dell’Aned – sezione di Torino, Rav Ariel Di Porto, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Torino, Nino Boeti, Vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte e il Sindaco Piero Fassino.


La Comunità Ebraica di Torino, nel rispetto dello shabbath,
parteciperà alle cerimonie di posa delle pietre previste per sabato 10 gennaio solo a partire dalle ore 18.30.